Sostenibilità oggi
Cambiamenti climatici e riscaldamento globale

Emissioni di Carbonio e campagne pubblicitarie

I cambiamenti climatici in atto sono tangibili, e la responsabilità dei singoli e delle imprese è strategica per contrastarli. In questo contesto, è fondamentale che le aziende abbiano un quadro chiaro delle proprie emissioni.

Il maggiore contributo al rilascio di CO2 in atmosfera proviene dal settore agricolo e forestale e dal settore della produzione di energia. In particolare, quest’ultimo include la produzione di energia elettrica, i trasporti, e l’utilizzo di energia negli edifici, che rappresentano elementi chiave per la realizzazione di campagne pubblicitarie (https://ourworldindata.org/emissions-by-sector).

 

 

Misurare, ridurre, e compensare queste emissioni sono buone pratiche da mettere in atto per un percorso verso la sostenibilità e il raggiungimento degli obiettivi dell’accordo di Parigi.


L’aumento delle emissioni di anidride carbonica generate dalle attività antropiche è il principale motore dell’aumento delle temperature medie globali


Carbon footprint

La quantità di gas a effetto serra (GHG), prodotta durante il ciclo di vita delle campagne pubblicitarie, è soltanto uno degli impatti che possono essere valutati attraverso il metodo LCA; tuttavia, risulta il più rilevante dal punto di vista delle problematiche legate al riscaldamento globale e ai cambiamenti climatici, tanto da essere oggetto di specifiche norme dedicate. Adivent opera in ottemperanza alle seguenti norme ISO:

ISO 14064-1: Gas ad effetto serra – Parte 1: Specifiche e guida, al livello dell’organizzazione, per la quantificazione e la rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra e della loro rimozione

ISO 14067:2018: Gas ad effetto serra – Carbon footprint dei prodotti – Requisiti e linee guida per la quantificazione

ISO 14026:2017 – Principi, requisiti e linee guida per la comunicazione delle informazioni sull’impronta ambientale (footprint)

BSI PAS 2060:2014 – Specifiche per la dimostrazione della carbon neutrality